Il Realismo Terminale di Guido Oldani

[di Daniela Marcheschi]

Guido Oldani, La guancia sull’asfalto, Milano, Mursia, 2018.

Questa raccolta è una delle migliori in assoluto di Oldani e della poesia italiana di oggi. Legata  al Realismo Terminale, poetica che segna la ricerca teorica e l’originale stile dell’Autore, La guancia sull’asfalto colpisce per la maturità del linguaggio, il piglio dello sguardo disincantato e plastico, per la tessitura delle immagini compiute e di una ironia tanto tagliente quanto amara.

Un dettato in cui si parla senza paura a voce spiegata. Nella tensione della similitudine rovesciata, che è strumento concettuale e conquista di nuove esperienze di vita, riecheggia infatti, forte, il sentimento eticamente centrato di un soggetto che si ribella davanti all’ingiustizia del mondo e la denuncia.

L’officina di d’Annunzio

[di Daniela Marcheschi]

Gabriele d’Annunzio, Alcyone, Edizione critica a cura di Pietro Gibellini, Venezia, Marsilio, 2018.

Per meglio capire l’officina di d’Annunzio e come sia nato uno dei libri più importanti del Novecento italiano, questa nuova edizione critica di Alcyone, a cura di Gibellini, è un evento da salutare con particolare soddisfazione.

Il lettore può comprendere meglio anche il farsi stesso delle Laudi, iniziate nel 1899 con l’intento di riportare alla vita, nel Novecento, l’antica funzione dei cantori/artisti latini – vateso carmentes – che cantavano «clarorum virorum laudes», secondo la indicazione di Giovanni Pascoli nell’antologia Epos (Livorno, Giusti, 1897, p. XXXI): subito inviata all’amico-nemico d’Annunzio, che la lesse e postillò con grande attenzione, come mostrano i diversi segni di matita rossa ai margini.

 

Un Castello di Libri

 

Locandina Un Castello di Libri a Voghera 2019- 4ª edizione

 

La “due giorni” di libri e cultura, “Un Castello di Libri” 2019, presso il Castello Visconteo di Voghera, organizzato da Elisabetta Balduzzi di Libreria Ticinum Editore, giunge alla quarta edizione con grandi novità e grandi autori.

Sabato 19 e domenica 20 ottobre sono previsti 8 appuntamenti, con una offerta culturale di alto profilo, con nomi di prestigio di livello internazionale.

Continua a leggere

Un libro fatto in casa. La voce poetica di Gasparin

Giulio Gasparin, Poesie per Emilien, Schio, Giulio Gasparin, 2018.

[di Daniela Marcheschi]

Un libro di esordio come  il manoscritto dei tempi antichi: 10 copie soltanto,  di 10 poesie vergate a penna da un giovane di Schio, in un libro “fatto in casa” su bella carta rilegata a mano con il corredo di due fotografie, e scritto «in una lingua che non esiste, una mescolanza di italiano e di dialetti parlati nel Veneto e nel Friuli». Fra Noventa e Pasolini, versi senza intoppi e la grazia sabiana, a tratti ironica, del tema amoroso. Continua a leggere

Matej Metlikovič

Matej Metlikovič

Matej Metlikovič è nato nel 1956 nella cittadina slovena di Kranj. Proveniente da una famiglia che ha dato artisti sia alla Slovenia sia all’Italia, ha studiato pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Ljubljana, ottenendovi il BA e il Master. Ben presto, grazie alle sue vetrate, è divenuto uno dei più noti artisti sloveni. I suoi lavori sono presenti in collezioni di Slovenia, Croazia, Austria, Germania, Svizzera, Spagna e Canada. Dal 1992 è membro della SIAC- International Society of Christian Artists.

Continua a leggere

In un piccolo teatro una donna cerca l’amore

“Anna attend l’amour”, Parigi, Théâtre des Mathurins, 3 settembre 2019

 

Théâtre des Mathurins

[di Mariapia Frigerio]

Il Théâtre des Mathurins è uno dei tanti teatri parigini ricchi di storia, che propone sempre testi di vivo interesse.

Già anni fa, nel 2015, avemmo modo di vedere il grande Fabrice Luchini – che da noi arrivò alla notorietà nel 2003 con il film Confidenze troppo intime di Patrice Laconte – in un testo emblematico in cui l’attore si confrontava con il mondo letterario dal titolo Poésie?

Fondato nel 1897, Les Mathurins fa parte, dal 2010, dei 50 teatri parigini privati riuniti nell’Associazione Théâtres parisiens associés con lo scopo di unire le loro forze per un teatro di qualità.

Continua a leggere

La grande poesia di Nanni Cagnone

Nanni Cagnone

[di Daniela Marcheschi]

Nanni Cagnone, Ingenuitas, Lavis, La Finestra Editrice, 2017.

Lingua limpida, elegante, e ritmi perfetti nell’andamento poematico della grande poesia di Cagnone. Ne emerge una visione disincantata del mondo e dell’esistenza umana – «Ragione?/ un vuoto canestro» –, eppure balena anche «il chiarore» di conoscenza e speranza, una «passione» di giustizia e di sogno «gravidanza del possibile». E una fiducia nella poesia – «Le parole sono da usura/disarmate, pure/non ci lasciano» –, e la certezza che «La morte/ è un’opera minore./Siamo esistiti,/ e dirlo al passato/ mi contenta».

 

Racconti Diversi di David Fiesoli

David Fiesoli

Biografia. David  Fiesoli è nato e vive a Prato. Ha lavorato come giornalista per diversi quotidiani e settimanali («La Gazzetta di Parma», «Il Tirreno», «Diario», «Suono», «Outsider»), occupandosi di cultura, letteratura e musica. Con lo pseudonimo di David Drago, è stato speaker radiofonico per diverse emittenti: Radiogas, Radio Insieme, Novaradio Città Futura. Ha condotto rassegne dedicate alla scrittura e all’attualità, come Narrare è un destino, Che mondo che fa. Tra le sue pubblicazioni, il romanzo breve Il vincolo ricurvo (Napoli, Marotta, 1997), e il saggio Il segreto di Talete sulla rivista di poesia e filosofia «Kamen’», 16, 2000.

  Continua a leggere