Storia e invenzione, autobiografia e finzione narrativa

Andrea Bocconi, Duelli, Milano, Mondadori, 2018

[di Daniela Marcheschi]

Schermitore e psicoterapeuta, autore di godibili libri di viaggio, Bocconi è ora autore di un romanzo dalla costruzione singolare, quasi si trattasse di un dramma romantico o di un’opera lirica: Prologo, Prima parte, Primo intermezzo, Seconda parte, Secondo intermezzo, Terza parte, Epilogoin cui vite vissute – ad es. quelle di Alexandre Dumas padre o  del matematico francese Évariste Galois, morto a poco più di vent’anni, nel 1832, per le ferite riportate in un duello – diventano anche vite immaginate.Storia e invenzione, autobiografia e finzione narrativa si incontrano mescolandosi e rispecchiandosi nel gioco dei rimandi letterari e nella danza reale e metaforica della scherma, che rappresenta il percorso stesso della conoscenza di sé e del destino.

Lascia un commento