Parola chiave: aggregazione e comunità

bimbiCaterina Arcangelo > Cooperativa Letteraria è un’associazione culturale nata a Torino, ma con aderenti in diverse regioni d’Italia, e con il progetto di accogliere tutti coloro che condividono la passione per la lettura, offrendo, per questo, uno spazio comune. Uno spazio che si concretizza nella creazione di occasioni di incontro, di condivisione di valori e idee, nella promozione e difesa di un modello di convivenza sociale allo scopo di portare senso di aggregazione e appartenenza. Questi i principali obiettivi. Aggregazione e Comunità diventano le parole attraverso le quali tentiamo di identificarci e di cui ci nutriamo da circa due anni, quando – da un’idea di Caterina Arcangelo, Marco Annicchiarico e Salvatore Sblando – nasce Cooperativa Letteraria. Pian piano questa è diventata un punto di riferimento importante per alcune istituzioni torinesi, che si avvalgono dei suoi servizi per diffondere e portare cultura all’interno del territorio, anche e soprattutto nelle zone periferiche della città, di solito snobbate e forse più facilmente sottoposte alle varie forme di alienazione metropolitana.

I punti da cui partiamo e sui quali tentiamo di soffermarci vengono di volta in volta “rianimati” da un’attenta analisi di ciò che accade all’interno del mondo editoriale e culturale insieme. Il tentativo è quello di mettere il libro alla portata di tutti, e la peculiarità è quella di prestare attenzione e dare valore non al “prodotto” editoriale messo a punto per generare profitto, ma al testo stesso, andando alla ricerca, attraverso la verifica continua della parola e del linguaggio, di una letteratura autentica. I quattro punti cardine del nostro progetto sono i seguenti:

PUNTO LETTURA: un luogo che nasce con l’intento di condividere esperienze in cui il denominatore comune è la promozione della lettura grazie alla presenza di riviste e libri in consultazione gratuita. Il continuo confronto con gli addetti ai lavori permette di portare all’interno del nostro punto lettura le più recenti novità editoriali. Si attiva così un processo culturale dinamico grazie al fenomeno del passaparola.

 

LETTURE DI TRAVERSO: è un programma di incontri che Cooperativa Letteraria organizza in collaborazione con la Circoscrizione 5 del Comune di Torino, e che coinvolge in prevalenza gli autori del territorio. Un certo numero di libri vengono acquistati e distribuiti ai soci che intendono partecipare all’incontro con l’autore. Tra gli autori finora coinvolti ricordiamo: Gianluigi Ricuperati, Ernesto Aloia, Fabio Geda, Enrico Remmert, Demetrio Paolin, Giorgio Vasta, Emiliano Amato, Mauro Tomassoli, Daniele Pugliese.

 

LABirinti: è un festival che nasce per raccogliere e selezionare sia opere letterarie sia fotografiche di autori esordienti, con l’intento specifico di realizzare un laboratorio creativo, capace di dar loro la possibilità di un contatto con addetti ai lavori e figure culturali autorevoli, e allo scopo di ricevere, se meritevoli, una proposta di pubblicazione da parte delle case editrici partecipanti al Festival.

 

PROGETTO SCUOLE: pone l’attenzione sui temi dell’informazione, della collaborazione e della solidarietà. L’offerta formativa è particolarmente ricca e il panorama delle iniziative educative programmate prevede nove progetti che si estendono a tutte le fasce scolastiche: infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado. I progetti, arricchiti dall’aver messo a fattore comune le più significative esperienze educative, consentiranno alle classi partecipanti di poter scegliere i temi che desiderano approfondire: dalla letteratura alla poesia, alla lingua, al teatro, all’astronomia, alla natura stessa. Attraverso esperienze di laboratorio, incontri e visite guidate, i ragazzi potranno acquisire elementi atti a sviluppare una maggiore consapevolezza nell’utilizzo delle risorse umane in base al valore del tempo oltre che a un sano rispetto per la natura. Ma ulteriormente significativo è lo sviluppo di una relazione con le scuole allo scopo di generare nuove forme di collaborazione e occasioni di incontro con autori che forniscono, attraverso la presentazione delle loro opere letterarie, nuovi canali di conoscenza. Lo scopo è stimolare gli alunni ad arricchire, con maggiore determinazione e consapevolezza, le informazioni sul nostro patrimonio artistico e culturale. Ma anche ampliare la conoscenza dei valori della propria cultura e del territorio attraverso una narrazione in grado di rappresentare immagini nitide e personaggi reali: una letteratura che possa aiutare a rendere più chiare quelle pagine di vita vissuta, talvolta difficile da scorgere attraverso lo studio e la lettura dei soli libri di storia. Aspetto che vogliamo approfondire nell’arco di questo nuovo anno scolastico e che riteniamo particolarmente necessario in questo difficile contesto storico.

A noi interessa trovare nuovi spunti di riflessione sociale attraverso la lettura e il testo, dando la possibilità al lettore di incontrare titoli raffinati, lontani dalle logiche della grande distribuzione di massa. Notiamo l’avvicinamento di persone che hanno una certa consuetudine con saggi e romanzi. Ma è proprio questa la vera sfida: andare incontro a un pubblico vasto che, per tanti motivi, certi testi non arriva neanche a sfiorarli. Il nostro intento è quello di far crescere lettori consapevoli e curiosi, e lo facciamo proponendo titoli che sono al di fuori di meccanismi pubblicitari e commerciali. Esperienza diretta ne abbiamo attraverso il ciclo di incontri Letture di Traverso, in cui incontriamo l’autore solo dopo la lettura del testo: spesso sono gli stessi partecipanti ad ammettere di avere letto un libro che altrimenti, distratti dal bombardamento mediatico, non avrebbero notato. Forse portiamo avanti un progetto ardito, ma cerchiamo di proporre nuove forme di promozione e distribuzione di testi recenti, pur senza demonizzare o colpevolizzare a priori i massmedia o la pubblicità, ma spronando il lettore a riflettere sulla parola e sulla letteratura odierna.

È proprio da qui che possiamo iniziare a parlare di «FuoriAsse», rivista on line che sostiene e dà forza al progetto di Cooperativa Letteraria.

Il periodico bimestrale «FuoriAsse» ci permette di ospitare e di promuovere quei testi che giungono a noi grazie alla valorizzazione di alcune idee, e grazie al sostegno di editori attenti al nostro progetto e per questo propensi all’invio delle più recenti novità editoriali. L’idea di una Rivista on line nasce dall’esigenza di creare un punto di riferimento importante che possa garantire al suo interno quel trait d’union fondamentale tra collaboratori, addetti ai lavori e uffici stampa consapevoli. Nomi di importanti collaboratori spiccano su «FuoriAsse». A loro è affidata la cura di ogni singola rubrica: Nando Vitale per Riflessi Metropolitani, Sara Calderoni per la critica letteraria, Vito Santoro per il cinema, Claudio Morandini per la sezione dedicata ai libri di Cooperativa Letteraria. E sono solo alcuni esempi, perché non meno importanti sono le collaborazioni da parte di critici quali Giuseppe Giglio, Michele Lupo, Andrea Pomella e tanti altri. Un progetto che cresce, e che viene portato avanti grazie all’azione innovativa di Mario Greco, che dal gennaio 2013 ne è il direttore artistico, e che si occupa, in particolare, del progetto grafico e della particolare rubrica del Graphic Novel. La nostra associazione conta circa 150 soci nella città di Torino, e una quarantina distribuiti sul territorio nazionale. Le nostre attività sono patrocinate dalla Circoscrizione 5 del comune di Torino e dal gruppo bancario Intesa San Paolo.

 

L’immagine a corredo dell’articolo è una foto di Luigi Caricato tratta dalla mostra “Ri-generazioni”, presso Villa La Brilla, a Massarosa (Lucca)

Lascia un commento