Daniela Matronola: La porta chiusa

matronola 1Un racconto di Daniela Matronola

Tra ordine e spensieratezza si respira.
Tra volontà e abbandono si respira.
Tra il quaderno e i compiti si respira. (…)
Tra amore e rigore si respira più forte …
(Edoardo Albinati, La comunione dei beni)

Mia madre dice che il babbo mi ha spiato mentre venivo fuori dal buco, e non è neppure svenuto. Solo si è rifiutato di toccarmi. Ero tutto sporco di sangue e placenta, e frignavo per il freddo. Così mi hanno lavato. Poi mi hanno rimesso sulla pancia della mamma, ma tanto ormai ero tagliato fuori.
Pare un ragno,
dice la mamma che ha detto il babbo quando mi ha rivisto poggiato sul pallone sgonfio, ben pulito e grinzoso col naso e gli occhi arricciati come Mister Magoo (questa di Mister Magoo me l’ha raccontata il babbo un giorno ch’era in vena di smancerìe). E non è svenuto neppure stavolta Continua a leggere

Daniela Matronola: A Door To Unlock

matronolaA short story self translated by the author, Daniela Matronola

Between order and thoughtlessness do we breath
Between will and abandonment do we breath
Between the notebook and the homework do we breath
Between love and rigour do we more intensely breath
(Edoardo Albinati, In community of property / La comunione dei beni)

Mom says dad stood there watching me when I came out of the hole, yet he did not faint. He just refused to touch me. I was still filthy with blood and placenta, and whining from the cold. So they washed me up. Then they put me down back onto mom’s belly, although I was definitely cut out.
– …looks like a spider,
Mom says dad said when he saw me lying on her big unpuffed ball: I looked clean and wrinkled with nose and eyes curled up like Mister Magoo (the reference to Mister Magoo did dad tell me about on a day he was in a mood for sweet nothings). Yet again he fainted not Continua a leggere

Da leggere su Kamen’

È stato pubblicato in questi giorni il quarantottesimo numero (n. 47, Giugno 2015), della rivista di poesia e filosofia Kamen’ con le sezioni dedicate alla memoria di Eridano Bazzarelli, di Poesia e di Letteratura e Giornalismo.

Eridano Bazzarelli

Eridano Bazzarelli

La sezione dedicata alla memoria di Eridano Bazzarelli, del grande slavista, glottologo, studioso di numerose lingue, critico e uomo dai molti interessi e di impegno civile, nonché maestro, ed amico e collaboratore della rivista. In sua memoria ed onore si ristampano alcuni scritti rari ed usciti dal mercato librario. In particolare due scritti blokiani: Note sul Paragone e Osservazioni supplementari sulla metafora e sui simboli in Blok;; un saggio su La ‘liberazione’ come momento esistenziale ed estetico nel “Maestro e Margherita”; La Nota al testo e la traduzione della poesia di Lidija Vukceviæ Inevitabile è la poesia; la Presentazione tratta dal volume di Giuseppe Melodia, La Quarantena. Gli Italiani nel lager di Dachau, Inoltre in suo ricordo la poesia di Anna Maria Carpi, “Maestro Eridano milanese padano” Continua a leggere