Vespe e cannoni (Cronaca di una battaglia). Guêpes et canons (Chronique d’une bataille)

paolo-codazziUn racconto di PAOLO CODAZZI, sia nella versione in lingua, sia nella traduzione in francese.

  VESPE E CANNONI. Cronaca di una battaglia         

L’imprudente vespa che per ragioni imprevedibili, secondo un consolidato concetto di prevedibilità, e contro ogni principio dell’istinto di conservazione, certamente riferibile anche agli insetti, si immischiò nella virulenta brutalità della battaglia, isolata dallo sciame da un impertinente e inatteso refolo di vento, non avrebbe comunque mai avvampata una reazione progressiva e irreversibile di tali proporzioni se l’artigliere francese, intento nel posizionamento del suo obice, non l’avesse intimorita tentando di allontanarla con un movimento impaziente della mano. La vespa più spaventata che offesa, disorientata dal gesto improvviso dell’uomo, che agitò un vortice di pericolo intorno ad essa, si abbandonò all’aria andando a sbattere contro l’artigliere: proprio poco sotto la palpebra dell’occhio destro che tolse, non solo per quell’attimo, la vista al militare mentre stava sparando il distruttivo proiettile contro il nemico prussiano Continua a leggere

Lettera al Presidente delle Ferrovie. Lettre au President des chemins de fer

Paolo CodazziUn racconto di PAOLO CODAZZI, sia nella versione in lingua, sia nella traduzione in francese.

LETTERA AL PRESIDENTE DELLE FERROVIE

Caro Presidente, mi conceda il tono affettuoso e confidenziale conoscendo che pure lei è originario della terra dove sono nato, e dove ancora vivo, nel paese dimenticato da Dio e dagli uomini di Rocciamalumba. Nonostante tutte queste dimenticanze, e forse per un errore o una necessità di tracciato, al tempo della costruzione della ferrovia che unisce il nostro bel capoluogo di regione con la città dove lei è nato, fu inopinatamente prevista una stazione a pochi chilometri da Rocciamalumba che avrebbe collegato alla ferrovia non solo il mio paese ma anche l’altro, Vicoperduto, distante circa cinque chilometri. Il progetto, uno dei primi del nuovo Stato Unitario, fu considerato ambizioso per l’impervio territorio interessato ma, nonostante la temerarietà dell’iniziativa, realizzato al termine nei dieci anni previsti e con risultati complessivi che ai nostri tempi non sono davvero credibili. Quindi, nonostante tutto, abbiamo una stazione ferroviaria (e un capostazione a mezzoservizio con l’altra stazione di Rio Asciutto), dove però soltanto due, tre convogli al giorno sostano per i pochi abitanti che utilizzano il treno, preferendo, gli altri, la comodità dell’auto o del servizio di corriera molto più frequente sia per recarsi nel capoluogo sia per altre città della regione. Nessun altro passeggero osa scendere nella nostra stazione Continua a leggere

Selected poems

elio pecora 2Sette poesie di ELIO PECORA nelle traduzioni in lingua inglese di Alessandra Nicifero,  pubblicate nel libro Selected poems, Gradiva Publications, New York, Usa 2014.

Quadri cittadini

Torna la folla, ad assalire, a tenere
le mura strette della città fra le porte.
In mezzo ai gridi, alle risa, ai richiami,
anche minacce, anche parole d’intesa:
sgombro il futuro di ogni resa o castigo.

In cielo appare la luna del primo quarto,
il sole scende dietro terrazze e antenne.

Di tanti ognuno comprende nel buio cuore
l’urgenza estrema di questo andare insieme,
l’uno a fianco dell’altro, portando la norma
che viene prima del pane, prima del sonno,
e qui spinge e consuma nel giorno veloce. Continua a leggere

Frammenti di un epicedio, La danzatrice

ELIO PECORAFrammenti di un epicedio e La danzatrice. Due poesia di ELIO PECORA, tradotte in francese da Jean Portante e pubblicate sulla rivista Transkrit, nel marzo 2014.

Frammenti di un epicedio

…Il corpo della madre
è un porto mai raggiunto,
pure è di là che parte,
– ne parte per tornare
e ripartirne il figlio.
Di quel cavo ha sentito
la perdita, il distacco,
quindi un lungo vagare
nei recinti del mondo,
inebriato, deluso,
dentro il sogno confuso
di un’iniziale, persa,
colma felicità Continua a leggere