Contatti

E’ possibile prendere contatti con la Direzione, scrivendo a Daniela Marcheschi: marcheschi@corsoitalia7.it

Oppure all’editore, Olio Officina: redazione@olioofficina.it

Corso Italia 7 è il supplemento culturale di Olio Officina Magazine, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano, n. 326 del 18 ottobre 2013.
Direttore responsabile: Luigi Caricato
Direzione e redazione: Via Francesco Brioschi, 86 – 20141 Milano
Tutti i diritti sono riservati – Per comunicazioni: redazione@olioofficina.it – See more at: https://www.corsoitalia7.it/chi-siamo/#sthash.eDU9FOba.dpuf

Corso Italia 7 è il supplemento culturale di Olio Officina Magazine, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano, n. 326 del 18 ottobre 2013.

Direttore: Daniela Marcheschi
Direttore responsabile: Luigi Caricato

Direzione e redazione: Via Francesco Brioschi, 86 – 20141 Milano
Tutti i diritti sono riservati – Per comunicazioni: redazione@olioofficina.it

 

Articoli recenti

Oltre le quinte… INTERVISTA CON ELIO PANDOLFI

Elio Pandolfi

Elio Pandolfi

[di Mariapia Frigerio]

 Un carnet fitto fitto, quello di Elio Pandolfi, tra apparizioni televisive, serate teatrali, pubblicazione della sua vita in libreria per i tipi di Gremese, a cura di Caterina Taricano, con introduzione di Steve Della Casa, dal titolo sintomatico Che spettacolo!

Ospite di Gigi Marzullo ad Applausi, lo sarà di Mara Venier a Domenica Inil 14 aprile 2019. In scena al Teatro Flaiano in Io mi ricordo, lo sarà nuovamente – sempre a Roma –  il 28 aprile al Teatro Il Salotto di Pulcinella.

Pandolfi è un artista poliedrico, dotato di una memoria incredibile: attore, cantante, ballerino, doppiatore. Ha lavorato per la radio, la TV, il teatro, il cinema, il doppiaggio. Ha toccato, insomma, tutti gli aspetti dello spettacolo. Uno spettacolo che nel titolo della sua autobiografia è seguito da un punto esclamativo, perché c’è tanto entusiasmo nei suoi ricordi per «quell’amore per lo spettacolo che mi ha accompagnato tutta la vita».

Ed è questo l’aspetto che più colpisce, la passione nel ricordare un mondo in parte scomparso di cui è stato uno degli artefici, tanto che potrebbe valere anche per lui il titolo dato da Jean d’Ormesson alle sue memorie, Malgrado tutto, direi che questa vita è stata bella.

Perché, come in ogni vita, c’è anche in quella di Pandolfi «malgrado tutto» qualcosa che non va, qualcosa che lo amareggia come il fatto di essere stato considerato, con giudizio superficiale e ingiustamente riduttivo, una “macchietta”, quando invece andrebbe ricordato come uno dei principali protagonisti della nascente televisione in bianco e nero, avendo dato il via, nel 1954, alla compagniafissa di rivista insieme, tra gli altri, con Pietro de Vico, Febo Conti, Sandra Mondaini, Antonella Steni.

Elio Pandolfi con Antonella Steni

Elio Pandolfi con Antonella Steni

La sua voce al telefono trasmette la gioia di chi ha amato il suo lavoro e di chi ancora lo ama.

«Settantun anni di carriera, pensi! Il cervello ancora va, meno il corpo… Settantun anni perseguiti con tenacia e forza», dice. Un amore che, nonostante la sua ragguardevole età, lo fa ancora essere giovane. Parlare della sua carriera è quasi impossibile (tutto è comunque meticolosamente registrato su Wikipedia e sul suo libro di ricordi), perciò cercheremo di ricreare con lui il mondo artistico che ha vissuto attraverso il ricordo degli attori che ha incontrato, le sue memorie più intime, i suoi giudizi in libertà su persone (più o meno note) che il lavoro gli ha fatto conoscere. Continua a leggere

  1. SE UN HAMMAM POTESSE PARLARE… Lascia una risposta
  2. Nuovi studi sulla favola Lascia una risposta
  3. Arrigo Benedetti. L’ostinazione laica Lascia una risposta
  4. Oltre le quinte… INTERVISTA CON ELISABETTA SALVATORI Lascia una risposta
  5. Il ritorno del “caffè letterario” a Olio Officina Festival Lascia una risposta
  6. Oltre le quinte… INTERVISTA CON GRAZIELLA PORTA Lascia una risposta
  7. Neve pensata Lascia una risposta
  8. Il nuovo numero di Kamen’ Lascia una risposta
  9. Freud o colui che ha dato un senso ai sogni Lascia una risposta