Una grande macchina sintattica e lessicale

Paolo Codazzi, Il pittore di ex voto, Napoli, Tullio Pironti Editore, 2017

[di Daniela Marcheschi]

Codazzi è uno scrittore singolare. Ha un suo stile costruito come una grande macchina sintattica e lessicale, che è l’antitesi dell’espressione breve se non telegrafica a cui molti scrittori oggi indulgono, pensando di essere così più internazionali (americani) o solo più commerciali. Anche se questo non è il miglior romanzo di Codazzi, il lettore che ha voglia di scoprire qualcosa di insolito, vi troverà tante pagine efficaci.

Lascia un commento