Un viaggio attraverso l’infanzia

RimiNon mancate, venerdì 21 febbraio, alle 18, alla presentazione della raccolta di poesie Era farsi. Autoantologia 1974-2011, edito da Marsilio. Interviene il professor Amedeo Anelli. Sarà presente l’autrice Margherita Rimi.

Bambini i protagonisti della raccolta di poesie Era farsi della siciliana Margherita Rimi, fra l’altro neuropsichiatra infantile, appassionatamente impegnata nella tutela dell’infanzia e nella cura dei bambini offesi. In questi versi trentennali della Rimi, in un linguaggio poetico che colpisce con la sua agile semplicità e verità disarmante, per la prima volta risuonano non solo gli echi rassicuranti di ogni infanzia serena ma anche la voce dolente e inquietante dei bambini che hanno subito abusi e violenze sessuali. L’autrice guarda e vede il mondo dagli occhi stessi dei bambini, un mondo a volte feroce e cinico, di maltrattamenti e di paure, di ferite e malattie.

Eppure dei bambini violati l’autrice sa cogliere anche tutta la purezza e l’innocenza: la bellezza. Nel costruire la sua Autoantologia, Margherita Rimi consegna anche un viaggio attraverso la propria infanzia e giovinezza, per poi approdare ai testi della maturità dove emergono gli affetti e la forza dei legami familiari, la tensione di alcuni temi etico-sociali, ma anche di una visione ironica della realtà. Una poesia a tutto tondo, che propone pure testi in una lingua siciliana scabra, e versi di omaggio a Pirandello, messi a conclusione del volume, quasi a riaffermare la continuità tra passato e presente della letteratura negli interrogativi che il male non cessa di sollevare.

Dalla prefazione di Daniela Marcheschi

 

era farsiMargherita Rimi è nata a Prizzi (PA) e risiede in provincia di Agrigento. Poetessa, medico e neuropsichiatra infantile, svolge da anni una intensa attività di prima linea per la cura e la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, lavorando in particolare contro le violenze e gli abusi sui minori e a favore dei bambini portatori di handicap. Tra le sue raccolte di versi, sono da segnalare: Per non inventarmi, prefazione di Marilena Renda (Kepos, 2002), La cura degli assenti, prefazione di Maurizio Cucchi (LietoColle, 2007).

 

L’incontro si svolgerà presso la Libreria Popolare di via Tadino, in via A.Tadino 18 a Milano (tel.02 2951 3268 info@libreriapopolare.it).

 

Lascia un commento